• Bacheca
  • Posted
  • Letto 184 volte

COMUNICATO STAMPA - Appuntamento al Teatro Tosti di Ortona il 18/19 giugno con la favola musicale

Zorba e Fortunata
 
Dopo i successi dei primi due appuntamenti del cartellone estivo del Teatro Tosti, diretto dalla Compagnia dell’Alba, si torna a teatro nel weekend del 18 e del 19 giugno per gustare una favola musicale:  “Zorba e Fortunata”. Si tratta di una produzione della Compagnia dell’Alba, diretta dai maestri Fabrizio Angelini e Gabriele de Guglielmo, in collaborazione con l’Accademia dello Spettacolo. La regia è di Alberta Cipriani con musiche dal vivo a cura di Monja Marrone. Uno stormo di gabbiani sta volando nei cieli dell' Europa settentrionale, di ritorno dalla migrazione. Tra di loro vi è Kengah, una giovane gabbiana che sta per deporre il suo primo uovo. Lo stormo si tuffa in acqua per mangiare delle aringhe, ma a un certo punto il gabbiano di vedetta impone un decollo d'emergenza a causa di un pericolo. Kengah, rimasta sott'acqua a prendere altri pesci, non sente l'ordine e finisce in mezzo ad una pozza di petrolio, motivo del pericolo, chiamato "peste nera" dai gabbiani. Tuffandosi sott'acqua, riesce a pulirsi e a spiccare il volo, fino a raggiungere la città di Amburgo, dove precipita sul balcone di una casa. Lì abita Zorba, un grosso gatto nero con una piccola macchia bianca sulla gola. Kengah, come suo ultimo gesto, gli affida il suo uovo chiedendogli di rispettare tre promesse: di non mangiare l’uovo, di averne cura finché non si schiuderà e di insegnare al piccolo a volare. Ma come può un gatto insegnare a volare? E come possono gatti e gabbiani essere amici? «Zorba e Fortunata è una storia dolce come una fiaba e forte come una parabola- spiega la regista Alberta Cipriani- in scena dieci attori-cantanti-musicisti danno vita a questo meraviglioso racconto fatto di giochi di luci e ombre e di intrecci tra musica e parole, e guideranno lo spettatore in un magico viaggio così come i gabbiani guidano i marinai nella tempesta. Un viaggio che ricorderà a grandi e piccoli i doveri verso la natura e verso noi stessi, e mostrerà quanto possa essere prezioso accogliere chi è diverso da noi». Questi gli appuntamenti: il 18 giugno alle ore 21.00 e il 19 giugno doppio appuntamento alle ore 19.00 e alle ore 21.00. * Si ricorda che gli spettatori sono tenuti ad indossare la mascherina per tutto il periodo di permanenza in Teatro e a osservare il distanziamento interpersonale. All’ingresso in Teatro gli spettatori dovranno procedere all’igienizzazione delle mani e alla misurazione della temperatura. Ad eventuali spettatori con temperatura corporea pari o superiore ai 37.5° sarà vietato l’accesso in Teatro. Si prega pertanto di arrivare per tempo in Teatro al fine di evitare assembramenti. Assembramenti che si prega di evitare anche in fase di uscita al termine dello spettacolo. Gli spettatori hanno l’obbligo di occupare ESCLUSIVAMENTE il posto indicato sul tagliando d’ingresso acquistato. ORARI BOTTEGHINO: martedì – mercoledì – venerdì – sabato 18.00/20.00 – Giovedì 10.30/13.00.  È possibile acquistare i biglietti anche attraverso il circuito CiaoTickets al link www.ciaotickets.com
(0 Voti)
close

Iscriviti alla nostra mailing list!

per ricevere aggiornamenti e informazioni; Attenzione: per poter completare l'iscrizione alla mailing list sarà necessario confermare cliccando sul link che si riceverà automaticamente per email. Controlla anche nella cartella SPAM per poterla trovare.

Privacy Policy & Termini d'uso
Potrai cancellare la tua sottoscrizione in ogni momento